Regime di stabilimento


Il regime di stabilimento consente alle compagnie di assicurazioni di esercitare attività assicurativa anche all’estero, all’interno di uno Stato membro dell’Unione Europea diverso da quello di provenienza.

Le compagnie aventi sede primaria in Europa possono accedere indifferentemente al regime di stabilimento o al regime di libera prestazione di servizi.

Nel primo caso sono tenute ad aprire una rappresentanza in Italia o in altro Paese ospitante, mentre nel secondo – in regime di libera prestazione di servizi- devono nominare un rappresentante residente nello Stato ospitante e incaricarlo della gestione dei sinistri e delle pratiche di risarcimento e liquidazione.

Le società non europee che intendono avviare la propria attività in Italia invece, devono obbligatoriamente aprire una sede secondaria italiana e presentare apposita richiesta all’Ivass (Autorità di Vigilanza sulle Assicurazioni).

Il Codice delle Assicurazioni Private prevede specificamente l’ipotesi in cui una compagnia assicurativa decida di insediare una sede secondaria in Italia in regime di stabilimento, dal momento in cui ha presentato apposita comunicazione all’Autorità di supervisione del Paese di provenienza e inoltrato successivamente comunicazione all’Ivass. Quest'ultimo si pronuncerà entro 30 giorni, rilasciando o negando l’autorizzazione.

Tale procedura è caratterizzata dal silenzio-assenso: se entro il termine l’Autorità non si esprime l’autorizzazione si intende concessa in regime di stabilimento.

L’elenco delle imprese europee ed extra-europee abilitate ad esercitare attività assicurativa in Italia, nel ramo danni o vita, in regime di stabilimento o di libera prestazione di servizi è detenuto dall’Ivass, viene costantemente aggiornato ed è consultabile sul portale web dell’Autorità.

Quando l'assicurazione non paga? Ecco tutti i casi

Il settore delle assicurazioni comporta per gli utenti un gran numero di insidie. In particolare, può succedere di dover fare i conti con un'assicurazione che non vuole procedere con il risarcimento del danno subito dal contraente della polizza. Si tratta di uno scenario abbastanza frequente nel settore assicurativo e che espone l'assicurato al rischio concreto di non poter contare sulla copertura dei danni subiti. Ecco, quindi, cosa fare quando l'assicurazione non paga e quali sono tutti i casi in cui può registrarsi un evento di questo tipo.

Aumenti IVA sulla patente: tutto quello che c'è da sapere

Potrebbero scattare dei pesanti rincari per chi voglia prendere la patente, una sentenza della Corte europea ha infatti chiarito che l’esenzione applicata ai servizi delle autoscuole non è valida. Anche in Italia le lezioni teoriche e pratiche delle scuole guida andrebbero tassate al 22%. Quali sarebbero le conseguenze?

Costo servizi e utenze 2019: tutti gli aumenti di settembre, lo studio di SosTariffe.it

Il mese di settembre prende il via con una lunga serie di rincari tariffari per le famiglie italiane. Dalle utenze alla polizza RC Auto passando per i costi dei prodotti bancari, per gli utenti il rientro dalle vacanze è accompagnato da un forte incremento delle spese periodiche. L'ultimo studio di SosTariffe.it ha analizzato l'oscillazione dei costi medi annui di tutti i servizi del suo comparatore andando a confrontare i prezzi rilevati a gennaio con i prezzi di settembre. Il risultato è una vera e propria pioggia di rincari con aumenti per coppie, famiglie e single. 
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »

Guide

FAQ