Anno assicurativo


L’anno assicurativo è quel periodo calcolato a partire dalla data di decorrenza dell’assicurazione, che di solito coincide con il pagamento del premio Rca all’assicuratore.

Ai fini della decorrenza degli anni assicurativi si prendono in considerazione sempre gli anni interi, che, nelle RC auto e moto durano 12 mesi, garantendo la validità della copertura obbligatoria per 1 anno appunto (es. una polizza annuale in scadenza il 10 luglio 2016 scadrà lo stesso giorno dell’anno successivo, pertanto, la data di decorrenza della nuova assicurazione dovrà essere a partire dal 10 luglio 2017).

L’anno assicurativo si distingue dal periodo di osservazione Rca, necessario per calcolare la classe di merito. A differenza dell’anno assicurativo il periodo di osservazione ha una durata pari a 10 mesi. Tanto la copertura RC auto e moto base (sola assicurazione per la responsabilità civile), quanto le eventuali garanzie accessorie acquistate (polizza furto incendio, cristalli, kasko, tutela del conducente, assistenza stradale etc etc.) hanno validità limitata all’anno assicurativo e devono essere rinnovate per continuare ad essere valide.

Tuttavia, a partire dall’abolizione del tacito rinnovo, entrata in vigore dal 1° gennaio 2013 con il Decreto Legge n°179 (Sviluppo Bis) è stato introdotto un meccanismo di ultrattività di validità dell’assicurazione, che estende l’anno assicurativo a 12 mesi +15 giorni. I 15 giorni sono detti “periodo di tolleranza” e consentono ad automobilisti e motociclisti di continuare a circolare per ulteriori quindici giorni calcolati a partire dalla scadenza dell’anno assicurativo senza incorrere nelle sanzioni previste dal Codice della Strada per mancanza di RC. 

Se si hanno dubbi sul rinnovo dell'assicurazione con la vecchia compagnia o sulla possibilità di cambiare, il periodo di tolleranza di 15 gg può essere utile per confrontare con calma altri preventivi moto o auto.

Confronta le migliori RC »Vai

Seggiolini antiabbandono obbligatori da oggi, 7 novembre: i prezzi e cosa dice la legge

Quanti pensavano di avere ancora fino al 6 Marzo 2020 per adeguarsi all’obbligo dei seggiolini antiabbandono hanno avuto una brutta sorpresa. Il Ministero dell’Interno ha infatti entrare in vigore l’obbligo dal 7 Novembre. La novità ha colto di sorpresa sia gli automobilisti che i produttori dei dispositivi. C'è stata una corsa all'acquisto che ha fatto crescere i prezzi dei dispositivi

Costo Auto 2019: aumentano del 6,58% le spese per RC, carburante, bollo e revisione

Mantenere un'auto costa, in media, 1614 Euro all'anno agli automobilisti italiani con veri e propri picchi in Campania, dove si supera quota 2 mila Euro all'anno di spese per il mantenimento. Rispetto allo scorso anno, inoltre, i prezzi di gestione sono aumentati in quasi tutte le regioni italiane con un incremento medio del +6.58%. Questi sono i principali risultati dell'ultimo Osservatorio di SosTariffe.it che ha preso in esame tutti i costi, fissi e variabili, che gli automobilisti devono affrontare per il proprio veicolo in tutte le regioni del Paese. Ecco i risultati dello studio. 

Conti Correnti e tassi negativi: 6 consigli per evitarli

Una realtà già adottata all’estero da alcune banche danesi, tedesche e svizzere, i tassi negativi vedranno applicazione anche nel nostro Paese, a partire dal prossimo anno. Come funzionano di preciso i tassi negativi e quali sono le conseguenze sui conti correnti dei risparmiatori italiani, da sempre abituati a mettere da parte i propri soldi nello strumento finanziario del conto corrente? Ecco a cosa bisogna prestare attenzione e quali sono i motivi per i quali si potrebbe cercare una soluzione alternativa.
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »

Guide

FAQ